In UK si riflette sui rischi
di riciclaggio di denaro tramite il mercato NFT

In UK si riflette sui rischi di riciclaggio di denaro tramite il mercato NFT

Il Royal United Services Institute (RUSI) ha pubblicato un rapporto che valuta i rischi di riciclaggio di denaro inerenti al mercato NFT, mettendo in discussione se la fiorente mania dell’arte digitale sia diventata una “nuova frontiera” per il riciclaggio di denaro. “Per cominciare, gli NFT sono più spesso acquistati con criptovalute sui mercati online. Le criptovalute sono abitualmente sfruttate per scopi illeciti, come nascondere la fonte dei proventi criminali e, nonostante le transazioni siano tracciabili, criminali più sofisticati utilizzano una varietà di tecniche per interrompere le indagini delle forze dell’ordine “, si legge nel rapporto RUSI.
RUSI sostiene anche, come Decrypt ha delineato in precedenza, che gli NFT possono essere sfruttati dai riciclatori di denaro in modo simile al tradizionale mercato dell’arte. “Gli attori criminali possono hackerare gli account utente sui mercati NFT e trasferire NFT alle proprie azioni. Dopo aver trasferito gli NFT, l’hacker può vendere rapidamente i token rubati e tentare di riciclare i proventi “, ha spiegato RUSI.

RUSI afferma inoltre che l’aspetto digitale di questi token crea anche spazio per “altri nuovi rischi”. Questi includono i creatori che “nascondono” le informazioni all’interno dei token, che, in teoria, potrebbero riguardare vulnerabilità del software. L’NFT potrebbe quindi essere utilizzato come “meccanismo di trasferimento per condividere queste informazioni tra due parti criminali”.
RUSI suggerisce che il quadro normativo applicato alle criptovalute nel momento di scambio “può essere applicato” alle case d’asta online per NFT. “È necessario stabilire una linea di base per le aziende che vogliono concentrarsi sull’industria NFT. Un sistema di politiche “conosci il tuo cliente” (KYC) e monitoraggio continuo, simile a quelli utilizzati nel mercato dell’arte tradizionale e negli scambi di criptovaluta conformi, deve essere implementato “, afferma l’articolo RUSI.
Il think tank britannico suggerisce anche la creazione di un registro di NFT rubati o fraudolenti, che imita l’Art Loss Register nel mondo dell’arte tradizionale. Inoltre, RUSI non è l’unica organizzazione britannica a conoscenza dei rischi di riciclaggio di denaro associati a questo tipo di token. All’inizio di quest’anno, un portavoce della London Metropolitan Police’s Arts and Antiques Unit ha dichiarato a Decrypt di essere “molto consapevole” di questi rischi e che la tecnologia blockchain “consente ai proprietari effettivi finali di nascondere la loro identità”.

ARTICOLO NFT