Lettera del direttore. Anniversario delle Torri Gemelle.

Lettera del direttore. Anniversario delle Torri Gemelle.

Le immagini scioccanti di allora e di adesso in Afghanistan testimoniano che sono stati fatti degli errori ma che non è stata persa la guerra, è stata persa solo una importante battaglia. La guerra prosegue con la cyber security contro gli attacchi hacker, con i cambiamenti climatici, con le misure economiche, con la conquista dello spazio.

Analizzando gli errori, evidentemente sono state prospettate ai Politici soluzioni inadeguate o analisi altrettanto inadeguate. Lo stesso si sta verificando nel campo della cyber security. Adesso tutti si rendono conto della importanza economica della guerra agli hacker.

Ho partecipato a varie fiere del settore e la massima preoccupazione di manager e venditori era portare a casa il contratto col cliente, creando un muro di gomma quando tentavo di esporre le mie soluzioni. Qualcuno capiva che le mie soluzioni erano le migliori, ma ovviamente non muoveva un dito per promuoverle. Altri ironizzavano: vediamo chi ci toglie il lavoro.

Vediamo che, anche nelle specifiche dello Stato Italiano sul perimetro da difendere per la cyber security nazionale, parlano della struttura chiave-pubblica chiave –privata, che non mi stancherò di ripetere è completamente superata dalle nostre soluzioni, sia nel campo della cyber-security sia nel campo innovativo delle monete digitali.

Bene, in Italia non mi ascoltano, non ho la tessera del partito giusto per fare carriera ? Loro non citano neanche la crittografia tra le cose da difendere. Bene. Nemo propheta in patria. Sono libero di vendere le mie soluzioni a chi farà la piccola fatica di ascoltarmi e di leggere le presentazioni sui siti www.technosolution.org e www.realdigitalcurrency.com.
Potete vedere che tentiamo di risolvere alcuni grossi problemi, dalla cyber-security alla indipendenza nazionale ai cambiamenti climatici connessi alle cripto valute.

Non fate l’errore di Afghanistan 2021. Non ascoltate consiglieri interessati a vendere le proprie soluzioni. Certo, tutti tengono famiglia e preferiscono vendere il proprio zircone, magari disprezzando un diamante non perfettamente levigato.

Ma a questo punto la posta in gioco è così grande che non dobbiamo più vedere, anche nel campo della cyber security, le fantascientifiche armi dei marines in mano ai talebani sorridenti.